Tecarterapia Spalla Napoli

La tecarterapia alla spalla è uno dei metodi più efficaci ed utilizzati per far fronte alle patologie come:

  • lussazione/sublussazione della spalla
  • capsulite adesiva
  • borsite alla spalla
  • tendinite al braccio
  • tendinite del bicipite

 

Nata come terapia per la medicina dello sport, ben presto la sua metodologia è stata estesa a tutte le patologie osteo-muscolari ed articolari.

 

Come funziona la tecarterapia alla spalla?

La tecarterapia si basa sull’aumento della temperatura endogena e sulla vasodilatazione della zona patologica. Grazie al calore rilasciato dall’elettrodo collegato al macchinario “Tecar” sulla zona patologica, il sangue confluisce più velocemente sulla zona favorendo la naturale guarigione. 

 

Se vuoi saperne di più, leggi il nostro approfondimento sul funzionamento della tecarterapia

 

Quando è utile fare una tecarterapia alla spalla?

Per fare una valutazione di questo genere, è importante conoscere prima la patologia specifica. in questo modo si evita che la tecarterapia possa risultare inefficace. 

Inoltre c’è da considerare che molto spesso nelle patologie alla spalla vi è anche un interessamento della rachide cervicale e spinale. Per questo, durante la diagnosi e prima del trattamento tecarterapeutico, si valuta anche se questa regione è soggetta a qualche problema.

 

In cosa consiste la tecarterapia alla spalla?

Specifichiamo che per la tecarterapia alla spalla (e non solo) vi sono diverse modalità di esecuzione, tra cui le più utilizzate sono quella manuale, quella automatica e quella veicolante.

La scelta di una delle tre (o di tutte e tre nel ciclo di terapie) dipende molto spesso da più fattori. 

Innanzitutto dalla strategia terapeutica scelta dal fisioterapista per curare la patologia, la quale si basa sulla conoscenza dei sintomi e sulla diagnosi effettuata; poi dalla qualità del dispositivo in possesso del fisioterapista. 

Abbinando a questi due fattori anche l’abilità manuale del fisioterapista e la collaborazione del paziente, le possibilità di successo del trattamento aumentano in maniera esponenziale.

Molto spesso il trattamento di tecarterapia alla spalla è efficace già dalla prima seduta. Permettendo al calore di entrare in profondità e agire sulla zona interessata, si favorisce la sua naturale autoguarigione.

 

Perchè hai bisogno di un fisioterapista per la tecarterapia alla spalla?

Innanzitutto per comprendere al meglio l’entità del problema, spiegando dettagliatamente quali sono i sintomi della patologia di cui si soffre. Bisogna collaborare col proprio fisioterapista anche per capire se effettivamente è necessaria una terapia tecar alla spalla. Infatti le sedute standard senza un’accurata comprensione del fenomeno patologico hanno un alto rischio di insuccesso.

Inoltre è fondamentale anche per la scelta della migliore modalità di esecuzione.

Per quanto riguarda la tecarterapia alla spalla, la modalità classica è quella manuale, in cui il fisioterapista applica un massaggio sulla zona patologica servendosi dell’elettrodo. Questo metodo è il più efficace in assoluto, in quanto mescola l’abilità del fisioterapista con l’efficacia del macchinario.

La modalità automatica invece si serve della sola macchina Tecar per effettuare la terapia. E’ consigliata per la cura di aree patologiche più ampie e, molto spesso, risulta essere efficace per questa specifica situazione.

Ultima, ma non meno importante, è la modalità veicolante, la quale utilizza la Tecar alla spalla per favorire appunto la veicolazione di sostanze medicamentose in gel. Applicando il massaggio, il gel penetra più velocemente ed in profondità nell’area interessata e permette una guarigione più veloce.

 

Quali sono i prezzi della tecarterapia alla spalla?

Il prezzo parte da 30€ ma il suo prezzo finale dipende anche dalla tipologia di tecarterapia alla spalla necessaria per la cura della patologia.

Tutte le sedute vengono effettuate presso lo studio del Fisioterapista di Napoli Dottor Valerio Esposito.

 

Quanto dura una seduta di tecarterapia alla spalla?

Di solito 30 minuti ma la reale risposta è “dipende”, sempre e comunque, dalla patologia per cui si richiede la tecarterapia. Andrà quindi effettuata una diagnosi a monte per capire l’entità del problema ed agire di conseguenza.

[recaptcha]